13 MOTIVI PER VEDERE “13 REASONS WHY”

di Raffaela Russo

Custodire dei segreti a chi non è capitato? Ma se quei segreti diventano enormi finiscono per sormontare la nostra vita. Questo è quello che accade ad Hannah, protagonista della serie “13 REASONS WHY” tratta dal libro di Jay Asher.

Violenza  – Cyberbullismo – Omosessualità  – Amicizia  – Confronto Genitori e Figli  – Depressione  – Isolamento -Bullismo- suicidio  sono questi temi trattati nel il primo teen drama prodotto da Netflix.

Hannah si toglie la vita. Qualche giorno dopo un suo compagno di classe, Clay Jensen, trova un pacco sulle scale di casa al cui interno ci sono delle cassette in cui Hannah spiega i tredici motivi che l’hanno spinta a uccidersi. Clay comincia ad ascoltare le cassette, ma così facendo rischia di scoprire uno sconvolgente segreto che coinvolge Hannah e alcuni suoi compagni di scuola.132

 

Una serie dal tono vintage; colonna sonora, abbigliamento, cassette, che fanno da cornice ad un disagio adolescenziale che può capitare o esser capitato a chiunque di noi. Una storia forte e  anticonvenzionale di grande impatto emozionale, in cui una tematica così importante come il bullismo che occupa anche a grandi titoli i fatti di cronaca italiana, diventa  il leitmotiv di 13 Reasons Why. Si vocifera che ci sarà una seconda stagione, che la produttrice Selena Gomez avrebbe confermato:

L’ultimo episodio per molti ha solo lasciato dei punti irrisolti, ma la necessità di una seconda stagione non sussiste. Ciò sposterebbe l’attenzione sulla tematica centrale della serie, con l’unico scopo di creare una nuova storyline.

Da grande voglio fare la blogger di viaggio

di Raffaela Russo

C’è chi sogna di diventare una star del cinema e chi si accontenta di viaggiare in giro per il mondo, con il proprio ragazzo guadagnando fino a $9000 per una foto su instagram.

Jack, originario di Manchester, e Lauren, australiana,conosciuti un anno fa al supermercato vicino casa…mmm no, direttamente dalle isole Fiji. Jack Morris e Lauren Bullen, 2 milioni di follower lui  e 1,2 milioni per lei. Si sono conosciuto nel marzo 2016 da quel momento sono diventati inseparabili, insieme hanno visitato 45 paesi diversi in meno di un anno. La coppia che arriva a guadagnare quasi 12mila sterline (14mila euro) per una sola foto sul loro blog.

“Guardiamo sempre con attenzione tutte le foto che abbiamo postato precedentemente così da essere sicuri che la nuova immagine si abbini alle altre” aggiungono sul blog.

Tramite il loro sito http://doyoutravelphoto.com/qa/ danno qualche consiglio su esposizioni fotografiche. I due, che utilizzano un cavalletto treppiedi per scattare le loro foto, riescono a portare avanti la loro attività grazie a diversi accordi che hanno con i loro sponsor.

taken-bygypsea_lust-7-png__700

 

“I don’t use any mobile apps or filters, I edit using Lightroom on my Macbook Pro”

Dunque tutta farina del loro sacco, di posti mozzafiato e di luce diurna. Oltre ad aver guadagnato una follower in più (IO) l’altra domanda che mi sono banalmente posta è stata: chissà se Lauren avrà mai preso un volo low cost?

taken-bydoyoutravel-8-png__700

Questa è una storia da raccontare

di Raffaela Russo

Il 13 gennaio è arrivato il nuovo disco “Apriti cielo” ora il tour, sold out partito dal Palalottomatica di Roma. C’eravamo anche noi ed è stato un tripudio di emozioni, tre ore  tra blues e musica sudamericana.mannarino-tour-2017-fb1-1200x1200-copia

Una festa, tra amici nonostante il successo ottenuto in questi anni, lui non è cambiato. Sul palco Mannarino canta sia i brani diventati i suoi classici, sia le canzoni del nuovo album ‘Apriti Cielo’ fino alla fine, per far contenti tutti nessuno escluso. La sincerità paga sempre e il pubblico di Mannarino questo lo sa. Partito da San Basilio, periferia di Roma. La prima poesia a 7 anni, la sua maestra gli chiede di portargliene una ogni giorno e così è stato. A 16 anni, studente al Liceo classico, è un’adolescente sbandato i suoi lo costringono in casa, regalandogli però una chitarra. Alessandro compone di notte e intanto studia Antropologia, si laurea ma accanto a se ha un uomo, suo nonno, ex partigiano che adorava Trilussa, e credeva profondamente in lui.

Oltre alle sonorità di folk romanesco si vola in sudamericana e quello che lasciano trapelare i testi traccia dopo traccia è la profonda esigenza di libertà. L’umanità è in fuga.

“il samba è una tristezza che balla. Io volevo proprio questo”.

Durante il concerto vi ritroverete a ballare e riflettere di nuovo a cantare a squarcia gola, tra un mendicante e una prostituta,dal “Bar della rabbia”, con barboni, ubriaconi, pagliacci, emarginati della periferia di Roma fino ad arrivare “al Monte”. Il Caravaggio della musica italiana( così in molti lo hanno definito) smania faticosamente sul suo quadro a tinte forti, critica, urla e che decanta gli ultimi cerca la verità nei volti che incontra lungo la sua strada senza paura alcuna.

Mannarino ritornerà live nella capitale il 6 luglio al ROCK IN ROMA, terza data romana. Il tour proseguirà per tutta l’estate con nuovi attesissimi appuntamenti dal vivo tra luglio e settembre, facendo tappa anche al Sud Italia.

The Americans: le spie sono tra noi

di Raffaela Russo

Meglio tardi che mai direbbe qualcuno.

Beh, se siete alla ricerca di una serie che ormai è alla sua quinta stagione vi consiglio “The Americans”. Serie Statunitense la cui trama segue le vicende di una coppia di agenti del direttorato sovietico operante all’interno degli Stati Uniti negli 80 in piena guerra fredda.

Entrambi nati, cresciuti e addestrati nell’Unione Sovietica, quindici anni prima furono mandati in incognito negli Stati Uniti con l’ordine di spacciarsi per una giovane coppia di americani.

Nonostante il loro matrimonio, durante il quale hanno avuto due figli, fosse inizialmente solo una farsa, con il passare del tempo hanno iniziato a maturare reciprocamente dei sentimenti reali che vengono tuttavia messi alla prova sia dagli sviluppi della guerra, con i loro superiori i quali pretendono interventi sempre più rischiosi pur di riuscire ad acquisire il maggior numero d’informazioni sul nemico, sia dal fatto che Philip, dopo tanti anni vissuti oltreoceano, inizia a sentirsi distante dagli ideali del comunismo, al contrario di Elizabeth ancora fervente sostenitrice della causa sovietica.

A complicare ulteriormente la copertura e i rispettivi rapporti c’è inoltre il fatto che i loro figli, Paige e Henry, ignari della vera identità dei genitori, stanno crescendo come due americani e pertanto vicini ai valori di quel capitalismo che invece la coppia è chiamata a combattere, nonché l’arrivo come nuovo vicino di casa di Stan Beeman, agente dell’FBI.

Una serie avvincente che vi terrà incollati puntata dopo puntata e se come me avete scoperto da poco questo gioiellino potete dire addio alla vita sociale.

Telegram attiva le chiamate vocali.

di Armando Castellano 

A partire da oggi, giovedì 30 marzo, sarà possibile usufruire del servizio di chiamata vocale tramite la famosa app di messaggistica Telegram. 

Per effettuare una chiamata basterà andare sul profilo della persona interessata e cliccare sull’icona raffigurante una cornetta. 


Le chiamate sono criptate attraverso connessione edge to edge e per avere conferma della criptazione basterà effettuare un controllo di sicurezza attraverso le emoticons e se appariranno anche all’utente chiamato vorrà dire che la chiamata è sicura al 100%. 


Si potrà scegliere da chi ricevere le chiamate dal menù impostazioni (esempio in foto).


Secondo Telegram le chiamate saranno: veloci, cristalline e costantemente migliorate da intelligenza artificiale che ne constaterà la linea, la connessione internet e molto altro. 

Non vi resta che attendere l’aggiornamento dell’applicazione o scaricarla sul vostro smartphone.

Samsung Galaxy S8 e S8 Plus

di Armando Castellano

Mercoledì 29 Marzo 2017 è stata presentata al pubblico la nuova gamma di prodotti Samsung S8.

I due smartphone differiscono soprattutto per le dimensioni e rivoluzionano la serie S di Samsung affiancandosi a quelle che sono le novità del 2017 per quasi tutti i principali produttori.

Iniziamo dal display che presenta dimensioni compatte nonostante i 5.8″ di S8 e i 6.2″ di S8 Plus, maneggevoli e con un buon grip, i nuovi schermi con risoluzione 18:9 come già visto su LG G6 presentato al Mobile World Congress.

La parte frontale dello smartphone è quasi tutto display, con cornici laterali ridotte rispetto ad S7 e nella parte inferiore notiamo l’assenza del tasto fisico Home (spostato sul retro accanto alla fotocamera).

Nella parte superiore dello schermo troviamo i sensori di luminosità, notifica, fotocamera frontale da 8megapixel con apertura focale di 1.7.

Lo sblocco dello schermo avviene utilizzando cinque metodi a scelta: sblocco tramite impronta, tramite riconoscimento dell’iride (differente tra tutti gli esseri umani), tramite riconoscimento facciale, tramite sequenza di sblocco e tramite pin.

Per quanto riguarda la parte posteriore troviamo una fotocamera con sensore Samsung da 12 megapixel con apertura focale di 1.7 a tecnologia dual pixel e OIS (ossia lo stabilizzatore ottico di immagine), un sensore di sblocco tramite impronta e un flash led.

Entrambi i prodotti sono mossi da due chip differenti a seconda dei mercati: in Italia e altri Pesei un Exynos 8895 e per alcuni mercati il nuovo Snapdragon 835, entrambi prodotti seguendo un processo a 10 nanometri.

Entrambi gli smartphone hanno certificazione IP68 ossia waterproof e dustproof, proprio come S7.

La ricarica avviene tramite USB Type-C o tramite wireless attraverso una base acquistabile separatamente.

Bixby è un’altra delle novità a bordo di S8 e S8 Plus; si tratta di un assistente virtuale da utilizzare vocalmente (per ora solo in lingua inglese) o tramite fotocamera puntando un oggetto e in automatico Bixby effettuerà una ricerca su internet o cercherà il prezzo online dell’oggetto in questione.

Tra gli accessori più interessanti c’è DEX che trasforma entrambi gli smartphone in una sorta di versione desktop se collegati ad uno schermo; dunque potremmo usarli in versione desktop usufruendo di tutte le applicazioni presenti su S8.

Le batterie dei due nuovi smartphone sono da 3000mAh per la versione base e 3500mHa per la versione Plus.

Primi smartphone con Bluetooth 5.0.

In basso le schede tecniche dei due smartphone e una breve galleria.

Vi ricordo che la commercializzazione in Italia avverrà a partire dal 29 Aprile e che i prezzi di listino sono di 829€ per S8 e 929€ per S8 Plus.

Il link per il preordine su Amazon è questo:

https://www.amazon.it/dp/B06XWN7VCQ?tag=smartworld06-21

https://www.amazon.it/dp/B06XWB6N5F?tag=smartworld06-21

 

Samsung Galaxy S8

  • Schermo Infinity Display con tecnologia Super AMOLED da 5,8 pollici HDR con risoluzione QHD+ (2960 x 1440 pixel, densità di 570 pixel per pollice)
  • SoC Exynos 8895 con processo produttivo a 10 nm; quattro core ad alta potenza con frequenza massima di 2,3 GHz e quattro più efficienti con frequenza massima di 1,7 GHz
  • Modem LTE Cat.16
  • 4 GB di RAM
  • 64 GB di archiviazione, UFS 2.1
  • Fotocamera principale da 12 MP Dual Pixel con OIS e apertura f/1.7
  • Fotocamera anteriore da 8 MP con AutoFocus e apertura f/1.7
  • Batteria da 3.000 mAh, con supporto a ricarica rapida e ricarica wireless
  • Wi-Fi ac, Bluetooth 5.0, NFC, GPS (Galileo, GLONASS; Beidou)
  • Connettore USB Type-C
  • Sensori biometrici: Scanner impronte digitali, scanner iride, misurazione del battito cardiaco
  • Sensori: Accelerometro, barometro, giroscopio, geomagnetico, magnetico, prossimità, luminosità RGB, pressione
  • OS: Android 7.0 Nougat, personalizzato Samsung
  • Dimensioni: 148.9 x 68.1 x 8.0 mm
  • Peso 155 grammi

 

Samsung Galaxy S8 Plus

  • Schermo Infinity Display con tecnologia Super AMOLED da 6,2 pollici HDR con risoluzione QHD+ (2960 x 1440 pixel, densità di 529 pixel per pollice)
  • SoC Exynos 8895 con processo produttivo a 10 nm; quattro core ad alta potenza con frequenza massima di 2,3 GHz e quattro più efficienti con frequenza massima di 1,7 GHz
  • Modem LTE Cat.16
  • 4 GB di RAM
  • 64 GB di archiviazione, UFS 2.1
  • Fotocamera principale da 12 MP Dual Pixel con OIS e apertura f/1.7
  • Fotocamera anteriore da 8 MP con AutoFocus e apertura f/1.7
  • Batteria da 3.500 mAh, con supporto a ricarica rapida e ricarica wireless
  • Wi-Fi ac, Bluetooth 5.0, NFC, GPS (Galileo, GLONASS; Beidou)
  • Connettore USB Type-C
  • Sensori biometrici: Scanner impronte digitali, scanner iride, misurazione del battito cardiaco
  • Sensori: Accelerometro, barometro, giroscopio, geomagnetico, magnetico, prossimità, luminosità RGB, pressione
  • OS: Android 7.0 Nougat, personalizzato Samsung
  • Dimensioni: 159.5 x 73.4 x 8.1 mm
  • Peso: 157 grammi

 

Kena mobile: nuovo operatore virtuale TIM

di Armando Castellano

 

 

Nella giornata di ieri, mercoledì 29 marzo, è stato presentato il nuovo operatore virtuale di TIM (Kena Mobile), il cui logo è stato reso noto qualche settimana fa.

Perchè nasce questo ennesimo nuovo operatore mobile?

Le motivazioni sono due:

  • la fusione tra Tre Italia e Wind che avverrà entro la fine del 2017 (nel frattempo entro il termine dell’estate 2017 Tre Italia si appoggerà alla rete Wind abbandonando Tim);
  • l’arrivo sul mercato italiano di Free Mobile, un operatore mobile francese temuto dalle aziende di telefonia mobile italiane per la competitività delle offerte proposte nel paese di origine

 

Conviene passare a Kena Mobile?

Per gli amanti della connessione veloce Lte no, in quanto tutte le offerte, ad oggi, offrono unicamente la connessione 3G+ fino a 42 mega in download.

Potrebbe essere una buona scelta per i più giovani visto che al costo di 9,99€ offre 600 minuti, 600 sms e 6 giga in 3G+ con rinnovo ogni 30 giorni e non 28 come gli altri operatori.

Interessante la presenza di opzioni tariffarie per persone non udenti.

Per ulteriori informazioni vi rimando al sito ufficiale di Kena Mobile http://www.kenamobile.it