Anche io sono Charlie

Quando la cara Oriana Fallaci parlava dell’Islam in molti storcevano il naso.    “Diventeremo L’Eurabia. Il nemico è in casa nostra e non vuole dialogare”. Profezia? Almeno 12 morti è questo il bilancio dell’attentato armato alla sede del settimanale satirico «Charlie Hebdo» a Parigi.”Je suis Charlie”. Cosi la rete si mobilita in risposta a quanto accaduto al Charlie Hebdo. Vignette satiriche su Maometto,questa sarebbe la motivazione che avrebbe spinto gli attentatori ad uccidere i vignettisti. Già nel 2011 la sede del giornale aveva subito un’attentato. Solidarietà e dolore nei confronti di giornalisti e vignettisti del popolare giornale francese. Oltre quarant’anni di carriera e di satira irriverente.Questa volta, tre uomini armati di kalashnikov, hanno reagito allo scherzo aprendo il fuoco e massacrando l’intera redazione. Nel 2002, quando uscì il libro “La rabbia e l’orgoglio”la testata si schierò a difesa della Fallaci, divenuta oggetto di minacce da parte degli integralisti islamici. Non esiste un’Islam buono o un’Islam cattivo.L’islam non concede libertà d’espressione.Gli assalitori durante l’attentato hanno gridato “Allah Akbar” Dio è grande.

Raffaela Russo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...