Travel guide/ Amsterdam-Utrecht-Rotterdam.

Biciclette, canali, houseboat, fiori, Amsterdam è questo e molto altro.

Nell’immaginario collettivo Amsterdam vuol dire solo una cosa,cannabis. 

In realtà, la splendida città da cartolina si è rivelata ancora più affascinante e magnetica dal vivo.

Palazzi del XVII secolo e modernità si mixano perfettamente in un clima frizzantino sia per le temperature, che per le personalità eclettiche che la vivono. Angoli di negozi vintage, di design e i Coffeeshop, che attirano migliaia di turisti in tutte le stagioni.

Piazza Dam circondata in lungo e in largo da artisti di strada, fiere, giostre intrattengono i turisti.Negozi, ristoranti e venditori rendono questo posto il fulcro della vita commerciale della città, dal quale si diramano altre strade ideali per lo shopping. Non solo divertimento, ma anche tante attrazioni culturali: il Palazzo Reale e il Nationaal Monument, per esempio, si affacciano direttamente sulla Piazza.

Potete iniziare la vostra passeggiata dal Rijksmuseum che raccoglie la più importante collezione permanente dei maestri olandesi e fiamminghi.

Disegni, dipinti e lettere offrono al visitatore l’opportunità di conoscere più a fondo la personalità di questo folle genio dell’arte, presso il museo Van Gogh.

Le insegne luminose del quartiere rosso vi ricordano che Amsterdam non è solo cultura e tulipani, idem per i coffeshop una vera istituzione qui, accomodandovi i camerieri vi forniranno un menù dedicato a cibi e bevande ed uno al vasto assortimento di fumo.

Per quanto riguarda il cibo, nessuna tradizione culinaria, piuttosto è presente una varietà infinita di catene,fastfood e simili. In assoluto il miglior burger della città si trova da Lombardo’s,provare per credere.

Tre o quattro giorni utili vi basteranno per visitare la città.

Prossima meta, Utrech.

Il centro di Utrecht è abbastanza piccolo, passeggiare a piedi accanto a incantevoli canali con le caratteristiche cantine e i tavolini lungo le banchine che offrono la possibilità di mangiare e bere qualcosa in riva all’acqua. Oltre alla Torre del Duomo, Utrecht conta centinaia di altri monumenti che contribuiscono a creare un’atmosfera speciale in questa città universitaria antica di secoli.   

 
 
Decidiamo di prendere una bicicletta e girare senza un’effettiva meta con un unico obiettivo: trovare dei mulini. Chiediamo informazioni, pedaliamo e pedaliamo ancora lasciandoci alle spalle il centro città. Incontriamo una splendida coppia, manco a dirlo entrambi in sella alla propria bici. Non ci forniscono indicazioni, ci accompagnano. Noi li seguiamo, increduli e affascinati da quella gentilezza. Arriviamo a destinazione,ci dicono. Uno splendido paesino, incantato non sembra reale. E’ il momento di proseguire da soli. La nostra pedalata si interrompe, siamo giunti davanti al mulino. Il ricordo più bello di un viaggio sono gli incontri e questo è stato davvero speciale. 
 Ultima tappa del nostro viaggio sarà Rotterdam.

Con il suo maestoso “Ponte Erasmus” , le case cubiche e i grattaceli. Il mercato coperto con 100 venditori di prodotti alimentari freschi, negozi e ristoranti. La città olandese che ho trovato meno affascinante. Interessante dal punto di vista architettonico, meno da quello emozionale. 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...