Travis: la band invisibile.

Era il 1990 quando a Glasgow nasce il primo nucleo dei Travis (i Glass Onion) dall’unione di Fran Healy (voce), Andy Dunlop (chitarra), Neil Primrose (batteria) e successivamente Douglas Payne (basso),il quale non aveva ancora esperienze musicali.

I quattro, compagni di scuola all’accademia d’arte, iniziarono a lavorare e comporre pezzi che negli studi di registrazione a Londra portarono alla realizzazione del loro primo EP “All I want to do is rock” che venne poi inglobato nel primo album della band uscito pochi mesi dopo e intitolato “Good Feeling“.

I pezzi di maggior successo dell’album furono “All I want to do is rock”, “U16 Girls”,”Tied to the ’90s” e “Happy”.

In basso l’ascolto tramite spotify dell’intero album e i video ufficiali dei singoli estratti.

 

 

 

E’ con “The man who“,l’album del 1999, che i Travis conoscono il vero successo trainati dal singolo “Why does it always rain on me” (utilizzato per lo spot di T.R.L. su MTV Italia) e pezzi da pelle d’oca come “Writing to reach you” e “Driftwood”.

 

 

E’ il 2001 e i Travis tirano fuori un’altra perla dal loro repertorio, l’album “The Invisible Band“.

I quattro ragazzi hanno scelto questo titolo per autodefinirsi.

Durante un’intervista gli venne chiesto come avessero affrontato il successo nella vita di tutti i giorni, domanda di routine per le band emergenti, ma la risposta fu tutt’altro che scontata: girando in strada nessuno li riconosceva e sembravano possedere il dono dell’invisibilità.

Degli invisibili di successo, vista l’accoglienza riservata all’album e ai singoli che ne furono estratti: SingSideFlowers in the window.

Chi non conosce il video di “Sing” che vede,durante una cena elegante, i protagonisti lanciarsi del cibo? D’altronde anche il video di “Flowers in the window” è piuttosto bizzarro.

Ve li proponiamo in basso.

 

 

L’anno seguente è stato piuttosto tormentato per la band dopo l’incidente in una piscina che ha coinvolto il batterista.

Vista la gravità della situazione (fratture alla colonna vertebrale) si iniziò a parlare di uno scioglimento, ma i progressi e i netti miglioramenti di Neil Primrose hanno scongiurato ciò che sembrava inevitabile.

Da un periodo cupo esce un album cupo “12 Memories” che sembra cancellare la spensieratezza di tutti gli album precedenti, a favore di musica e tematiche meno serene.

Tuttavia è un “black album” di classe, di beatlesiana memoria.

 

 

Dopo una raccolta “Singles” e la partecipazione all’iniziativa benefica Band Aid 20, è la volta di “The Boy With No Name” nel 2007 che contiene “My eyes“, dedicata al figlio, nel cui video tutta la band interpreta ironicamente la nascita.

Contiene tra le altre canzoni il bellissimo e radiofonico singolo “Closer“.

 

 

Un anno dopo danno alle stampe “Ode to J. Smith” registrato in sole due settimane, è un disco decisamente rock e sperimentale.

 

Nel 2013 viene pubblicato “Where you stand” un’opera molto più vicina ai primi lavori ma che rivela la maturità raggiunta dai Travis.

 

 

Ed eccoci arrivati al 2016, con un nuovo album in uscita e relativi video e singolo ad anticiparlo.

Venerdì 29 aprile “Everything at once” sarà in vendita e potremo ascoltare cosa ci ha regalato la band per l’anno in corso.

Abbiamo fatto un bel ripasso di questa splendida carriera, non dimentichiamoci che parliamo della band,insieme ad Oasis e Blur, che ha maggiormente influenzato il pop-rock britannico del nuovo millennio.

Che altro aggiungere? Vi lascio con gli ultimi tre singoli estratti da “Everything at once” e con il video di “3 Miles High”, il singolo di lancio.

 

 

–  Armando Castellano –

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...