Jeeg robot, gli eroi di periferia 

A cura di Raffaela Russo 

Si è tenuta al MAXXI di Roma durante la manifestazione “la repubblica delle idee” la conferenza su Jeeg Robot. 

Interviste e approfondimenti hanno accompagnato per circa due settimane i tanti visitatori del Maxxi. 

 Il film che ha avuto un grandissimo successo di pubblico, ha convinto tutti, persino la critica. Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti con Claudio Santamaria e Luca Marinelli ha in tal senso sdoganato qualcosa nel cinema italiano. 

Il regista ha spiegato che in Italia è ancora possibile fare dei film è che non abbiamo nulla da invidiare al cinema americano. L’eroe di borgata, insolito per la tradizione cinematografica in perfetto stile americano si è fatto strada vivendo numerosi premi e incassando per intere settimane al botteghino. L’eroe Jeeg, non nutre alcun interesse verso il prossimo o per il bene comune, unico scolo della sua vita è arrivare a fine giornata, commettendo qualche  furto qua e là. Una donna,l’esatta proiezione di sè, la sua parte debole lo cambierà. Il regista racconta che il ruolo di Ilenia Pastorelli è stato essenziale per far emergere la parte mancante di questo anti-eroe, ostile nei confronti della vita. 

Proprio come accade nell’osannato cinema americano, il protagonista Claudio Santamaria si è immedesimato totalmente nella parte, prendendo ben 20 kg a suon di budino. 

Proseguendo il paragone Americano, i supereroi della Marvel and co. prevedono dei budget assurdi, costi inarrivabili per un cinema come quello italiano  sempre sul filo del rasoio. Mainetti, ci ricorda che il buon cinema non ha necessariamente bisogno di mezzi ultraterreni per esprimersi, basti pensare che alcune scene sono state doppiate in casa eppure nessuno lo avrebbe mai saputo se non lo avesse svelato, timidamente il regista.

Dunque il cinema italiano c’è, anche se con fatica ma questo inverno ormai passato ha dato i suoi frutti, la rinascita è avvenuta e il merito va a registi temerari, che non si arrendono al primo “No” di in qualunque produttore. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...