Serie C Pallanuoto: Mondo Antares Speciale Play Off

di Armando Castellano

Mercoledì 22 giugno presso la piscina comunale di Latina si è svolta la Gara 3 delle semifinali play off tra Antares Nuoto Latina e Libertas Roma Eur.

Sin dalle prime fasi di gara si assiste ad una netta superiorità della squadra ospite fino al quarto tempo, che vede la squadra pontina agguantare il pari.

Quasi inesistente lo spettacolo in campo; una sofferenza per i tifosi dell’Antares e una magra figura per quelli della Libertas che di certo non possono essere troppo orgogliosi di giocatori che sembrano partecipare più ad un incontro di boxe che ad un incontro sportivo pulito.

Giusto il risultato finale (passa ai rigori la squadra di Latina), soprattutto vista la correttezza e la qualità di gioco espressa nelle tre gare.

Peccato per la Gara 3: i singoli giocatori sono emersi, a danno del lavoro di squadra.

I festeggiamenti e il tifo non sono affatto mancati: in tantissimi sulle gradinate ad esprimere il loro affetto e stima nei confronti della squadra di casa.

Non ci resta che attendere sabato 25 giugno per la Gara 1 della finale contro l’Accademia Salvamento.

 

I PARZIALI:

1° TEMPO: 1-4

2° TEMPO: 1-2

3° TEMPO: 2-0

4° TEMPO: 2-0

 

IN RETE PER L’ANTARES:

3 RETI: BATTISTELLA

2 RETI: TASCIOTTI

1 RETE: CAMPANA

AI RIGORI A SEGNO:

BATTISTELLA, CAMPANA, LUCIANO E ZAMPERIN.

 

LE PAGELLE:

LIBERTAS ROMA EUR: 6.

Per il vantaggio mantenuto sino al quarto tempo avrebbe meritato un voto più alto, ma vista la scarsa propensione alla pulizia di gioco e al fair-play non meriterebbe neanche la sufficienza.

ANTARES NUOTO LATINA: VOTO 8.

Un voto alto solo per la bravura di non aver perso la fiducia nelle proprie capacità, ma la brutta gara vista ieri e la paura di non farcela sotto porta hanno inciso e non poco sul rendimento di squadra.

ARBITRO: VOTO 5.

Ridateci il bravissimo arbitro di Gara 2. Sotto i suoi occhi succede di tutto e non vede mai un fallo. Insufficiente.

 

Vi ricordo il profilo instagram dell’Antares (@antaresnuotolatina) e il nostro nuovo profilo instagram su cui caricheremo alcune delle foto della gara (@sulpezzodotorg).

In basso le foto della gara scattate dalla fotografa Raffaela Russo.

 

6 risposte a "Serie C Pallanuoto: Mondo Antares Speciale Play Off"

  1. Buongiorno, leggere questo articolo mi fa pensare solo ad una cosa. Chi lo ha scritto evidentemente non ha mai giocato a pallanuoto.
    Qui si parla di “scarsa propensione alla pulizia di gioco e al fair play”. Strano per un play off che, in tre e ripeto tre gare, non ha visto neanche un espulsione per brutalità o un cartellino rosso per scorrettezze in campo. E parlo per entrambi le compagini. È stata una partita maschia, com’è giusto che sia stata, visto la posta in palio così alta. Poi se uno non vuole il contatto fisico può andare a fare sempre il balletto ci mancherebbe.
    A fine di ogni partita ci sono stati abbracci e saluti tra le due formazioni senza alcuna discussione. Questo fa capire quanto siano state pulite le partite.
    Questione arbitro: dare un insufficienza ad un arbitro che ha gestito una partita con imparzialità mi sembra assurdo. Vorrei ricordare che la Libertas in gara 2 ha iniziato la quarta frazione di gioco con solo due espulsioni a favore e dieci contro. Ora capisco perché chi scrive dice “ridateci l’arbitro di gara 2”.
    Detto ciò complimenti vivissimi ai giocatori e all’allenatore del Latina perché hanno dimostrato in tutto il campionato di essere uno squadrone. Bravi a crederci in gara 3 dopo un inizio shock e a riagguantare una partita che ormai sembrava esser persa. Il mio augurio è quello che possano, in finale, dimostrare ciò che realmente è il loro potenziale.
    Con l’occasione faccio i complimenti anche ai miei compagni della Libertas perché hanno dimostrato di poter essere superiori a tutti. È mancata l’esperienza forse di alcuni under 20 ma questo fa parte del gioco. L’anno prossimo saremo più forti e più preparati.
    In bocca al lupo al Latina e all’Accademia per una finale di stagione mozzafiato!!!
    Valentino Brandi

    Mi piace

  2. Dopo lo scempio arbitrale in gara 1 nei tempi regolamentari ed alla fine sul rigore che visto sulle riprese era entrato è più che lecito affermare che, più che i giocatori è stato proprio il direttore di gara (che guarda caso in gara 3 era presente) a consentire il gioco sporco al limite del fair play. Il solo appunto che si può fare a chi ha fatto questo articolo è aver confuso chi ha giocato in modo maschio (e perchè no come dice lei anche ad alti livelli agonistici) da chi ha permesso che questa foga positiva di entrambi i team si trasformasse in alcuni frangenti di alcune gare in un incontro di box a sfavorire apertamente il gioco in ripartenza dell’Antares. Detto ciò complimenti alla Libertas una squadra quadrata con una società seria e corretta alle spalle la quale nutre la stessa stima nei riguardi dell’Antares da diversi anni.

    Mi piace

  3. Continuo a domandarmi chi abbia visto l’incontro. Gara 1 gara 2 e gara 3…. Ma di cosa stiamo parlando? Gioco al limite della box che non favoriva le ripartenze dell’Antares. Signori qui a volte bisogna saper star zitti perché se vogliamo andare ad analizzare tutti gli incontri l’Antares ha poco da ricriminare. Signori in gara 1 ci sono state 7-8 espulsioni di differenza tra il Latina e la Libertas. In gara 2 altrettante…ribadisco che ad inizio del 4 tempo la situazione era 10 espulsioni a favore del Latina e solo 2 a favore della Libertas.
    In gara 3 sono stati assegnati 2 rigori nei tempi regolamentari. Qui chi si dovrebbe lamentare siamo noi ma non lo facciamo perché sappiamo che la pallanuoto è così. A volte si vince e a volte si perde. Nei nostri articoli non si è mai messo in discussione l’arbitraggio e credetemi…ne avremmo avute delle belle da raccontare.
    Questione rigore goal/no goal di gara 1. Non sono in grado di dirle se fosse entrato o meno perché non mi trovavo in linea. Vorrei solo ricordare che la palla deve entrare tutta quanta.
    Detto ciò… Godetevi la finale meritatamente raggiunta. In bocca al lupo per quello che verrà.

    Mi piace

  4. Nel mio commento si difende il gioco maschio come dite voi e si dice solo che alcune decisioni erano rivedibili. La foga agonistica fa parte del gioco e come è stato scritto dal signore nell’articolo forse c’è stato chi ha colpito più di altri ma sicuramente sotto l’acqua sono state necessariamente restituite. Il direttore di gara ho detto che merita un discorso a parte poichè oltre a consentire tra quelli detti qualche contrasto di troppo,interrompeva ripetutamente il gioco su falli inesistenti poichè netti anticipi della squadra di casa e restituiva il favore poi dall’altra parte con espulsioni inesistenti e di cui vi lamentate perchè troppe contro la vostra Libertas innervosendo cosi la partita. Guarda caso in gara 2 c’era un arbitro che ha lasciato giocare su ripartenze ed anche sul famigerato gioco maschio e la gara si era messa sul + 3 , tuttavia non avete mollato dimostrando la vostra vera forza di gruppo come quella dell’Antares è la velocità di ripartenza. Detto questo leggiamo bene prima di dire di stare zitti e accettiamo i complimenti.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...