Mr. Robot vs Mr. Netflix

Chi è Mr Robot? un
superstite che è riuscito a resistere persino a Mr. Netflix.

Già perchè i primi a trasmettere questa serie sono stati i canale della pay-tv Mediaset.

Elliot Alderson è un giovane tecnico informatico di New York che lavora come esperto di sicurezza informatica alla ditta Allsafe. Un nerd sociofobico, dipendente dalla morfina, che indossa sempre la stessa felpa con cappuccio, che episodio dopo episodio diviene sempre più segnato in viso dai deliri paranoici e dalle allucinazioni. I grossi problemi nel relazionarsi con le persone lo fanno vivere in un costante stato di ansia e paranoia. Nella vita privata Elliot si diverte a giustiziare e trattare le persone come computer da hackerare per scoprirne i segreti più intimi.

Elliot viene avvicinato da Mr. Robot, un misterioso anarchico-insurrezionalista, che intende introdurlo in un gruppo di hacktivisti conoscelliot-alderson-interpretato-da-rami-malekiuti con il nome di fsociety. Per convincere il giovane a unirsi alla causa, Mr. Robot dichiara di voler causare il fallimento della multinazionale E Corp, ritenuta responsabile di un disastro ambientale che ha causato la morte del padre di Elliot e di altre centinaia di persone.

La serie creata dallo sceneggiatore Sam Esmail e trasmessa dal 24 giugno 2015 online anche la seconda stagione, che ha debuttato il 13 luglio 2016. Il protagonista di Mr. Robot è un ragazzo,  interpretato magistralmente da Rami Malek e quello che emerge in tutta la serie è che la recitazione è il punto forte in cui il protagonista co
n il solo volto riesce davvero a farci arrivare qualsiasi stato emotivo intende esprimere.

Quello che manca:

Una colonna sonora. Solo nel nono episodio percepiamo un sottofondo di pianoforte si riconosce  Where is my mind dei Pixies, riferimento a uno dei film che hanno fatto la storia della cultura pop: Fight Club.

La trama è pieno di errori, di incertezze ad un certo punto vi sembrerà di non capire nulla, di aver perso qualche episodio ma nonostante tutto resterete incollati allo schermo.Ma è proprio per questo che funziona. Perché con i suoi alti e bassi mantiene costantemente alta l’attenzione dello spettatore. Persino il protagonista vi infastidirà. la sua schizofrenia le sue allucinazioni vi creeranno un disagio.

Se non l’avete ancora vista, questo è il momento giusto per recuperarla!

Raffaela Russo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...