La vera fotografia/ Gianni Berengo Gardin


Quando Gianni Berengo Gardin scattò questa fotografia a Parigi, in Italia era proibito baciarsi in pubblico. Questo dice molto di lui, della sua sfrontatezza e della profonda passione che emerge in ogni singolo scatto. In mostra al palazzo delle esposizioni di Roma, racconta attraverso il grandangolo della sua Leica ogni singola fase attraversata dall’Italia in circa 250 fotografia, rigorosamente in bianco e nero. Ricorda Cartier Bresson, ma Gianni Berengo parla di noi, del nostro paese nel mondo più intuitivo possibile, la fotografia. Condividiamo l’arte e sosteniamola, tutti a vedere la mostra fino al 28 agosto al Palazzo delle esposizioni. 

Raffaela Russo 

David La Chapelle “After the Deluge”, in mostra al Palazzo delle Esposizioni di Roma

Che sia il fotografo del blasfemo è cosa nota, le sue immagini terribilmente “pop” e “photoshoppate” fanno di lui il fotografo più amato o odiato di sempre. Se vi dicessi che il primo ad offrire un incarico a La Chapelle fu Andy  Warhol ci credereste? Ebbene si, il re della pop art lo notò in tempi non sospetti e lo ingaggiò. Talentuoso, surreale ma kitsch. Vanta un curriculum da far invidia a chiunque. Fotografo di moda e regista. Tra le celebrità che hanno posato per lui spiccano in assoluto Courtney LovePamela Anderson ,Angelina JolieMadonnaBenicio del Toro,Michael JacksonAaliyahUma Thurman ecc.

La serie di immagini, in mostra al palazzo delle esposizioni di Roma prende dal titolo “The Deluge” ispirata all’affresco di Michelangelo presente nella Cappella Sistina. Scene di ispirazione surrealista basate su temi religiosi, capolavori della storia dell’arte, ma soprattutto ritratti di celebrities del mondo della musica, del cinema, e della moda. 150 opere, alcune delle quali totalmente inedite. Dalle prime serie fotografiche che mostrano i mondi della moda e della pubblicità, con i quali ha spesso collaborato, alle più recenti e particolari. La mostra ci concentra in particolare sui lavori del fotografo statunitense successivi al 2006.

Dal 30 aprile in mostra al Palazzo delle Esposizioni.

Steve McCurry”Oltre lo sguardo”

Steve McCurry, presenta al pubblico le foto scattate a Cinecittà, i suoi lavori più recenti e una serie di scatti che sono legati a questa sorprendente ricerca, che si spinge oltre lo sguardo, che attraversa porte e finestre per raccontare lo spazio e la luce, per vincere il dolore e la paura. Oltre alle foto nuove saranno esposte alcune delle sue immagini più conosciute, a partire dal ritratto di Sharbat Gula, pubblicato per la prima volta su National Geographic, la ragazza afgana che è diventata una delle icone assolute della fotografia mondiale.

Dove? Cinecittà si Mostra – via Tuscolana, 1055 Roma

Quando? Dal 18 aprile 2015 fino al 20 settembre 2015

Orari:

Aperto tutti i giorni (escluso il martedì) dalle ore 9.30 alle 19.00

Biglietti:

Intero 12 €

Ridotto 10 € per gruppi di almeno 15 persone.

 Raffaela Russo

The Walking Dead docet

Il weekend sta per arrivare,ho pensato di consigliarvi una mostra che ha suscitato interesse e non poche polemiche.Torna a Roma la mostra anatomica più interessante e realistica sul corpo umano.”Body Worlds” di Gunther von Hagens è un vero e proprio viaggio all’interno del corpo umano,con un percorso dedicato al ciclo della vita.Quello che ha suscitato scalpore è la presenza di muscoli,vasi sanguigni e cadaveri plastificati in bella vista.Tranquilli,se siete amanti di ” the Walking Dead” non avrete grossi problemi.
Fino al 15 FEBBRAIO 2015
APERTO TUTTI I GIORNI
SET Spazio Eventi Tirso
Via Tirso 14, 00198 – Roma (zona Salaria – Viale Regina Margherita)
Raffaela Russo.

Professione: Aspirante fotografo

Nell’era dello scatto facile,del selfie compulsivo,di instagram e dei suoi infiniti filtri l’arma più potente pare essere la macchina fotografica.A Roma è possibile toccare con mano l’arte,vera della fotografia.Sto parlando della mostra di Henri Cartier-Bresson presso l’Ara Pacis fino al 25 gennaio.Fotografi o aspiranti tali non potranno che conoscere il pioniere del foto-giornalismo.Può capitare che in una sala gremita di gente,davanti ad una fotografia,si diventi parte integrante della scena.Improvvisamente,ci troviamo in sella ad una bicicletta che vorticosamente si perde in quel bianco e nero.
Raffaela Russo

Continue reading → Professione: Aspirante fotografo